Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Lunedì del Delfino

Ringraziamo per ciò che abbiamo

Condividi su:

Esattamente un mese dopo, per la prevista sosta natalizia prima e quella imprevista per il Covid poi, è ripreso anche il campionato di Lega Pro. Il Delfino ha inaugurato il nuovo anno con una vittoria dal risultato apparentemente rotondo: 4-2 casalingo contro l’Aquila Montevarchi. In realtà l’esito dell’incontro è rimasto in bilico fino quasi al termine, quando Franco Ferrari ha messo a segno il secondo dei suoi due goal, chiudendo così un match incredibilmente equilibrato, visto che i toscani avevano messo in campo una formazione priva di parecchi titolari, colpiti dal Covid.

Vittoria comunque apparentemente inutile o quasi, giacché le due battistrada emiliane, Reggiana e Modena, non perdono colpi e continuano la loro sfida per il primato, con il Pescara quinto in graduatoria e con ben sedici punti di distacco da entrambe. Ogni anno si parte con un obiettivo più o meno dichiarato, ma poi, nel corso della stagione, bisogna sempre abbassare l’asticella. Dopo i sogni di ferragosto, che immaginavano un immediato ritorno fra i cadetti, quelli invernali sbandierano un poco esaltante terzo posto finale, con la speranza di diventare protagonisti nei play off. Più che le parole, per non dire le “parolacce” dei tifosi, la migliore risposta a questo davvero poco ambizioso obiettivo, l’ha data lo Stadio Adriatico. Desolatamente vuoto e freddo, come davvero in pochissime occasioni lo è stato, nel corso della sua ormai quasi secolare storia.

Come al solito dovremmo provare a commentare anche noi le bizzarre, o divertenti, dipende dai punti di vista, dichiarazioni del presidente al consueto microfono televisivo. A suo dire è solo grazie a lui se il Delfino si trova dov’è attualmente. Chiaro che si riferisse al fatto che non sia ancora fallito, ma nell’immaginario collettivo è stato fin troppo scontato pensare di doverlo ringraziare per averlo trascinato in serie C, dopo che ne prese le redini nella Massima Serie.

Avremo ancora molte occasioni, purtroppo, per disquisire sulle interviste senza contraddittorio del numero uno biancazzurro, anche perché di calcio giocato ormai non resta granché da scrivere. In attesa di definire qualche novità in Rosa, tramite gli ultimi giorni del mercato invernale, il Pescara affronterà domenica prossima, in trasferta, il fanalino di coda Viterbese, reduce comunque da un inatteso 0-0 a Cesena, contro la terza in classifica.

Condividi su:

Seguici su Facebook