Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Presentazione del videoclip La pioggia nel pineto

a 120 anni dalla sua composizione, la celebre poesia di Gabriele D'Annunzio torna a vivere in versione musicale

Condividi su:

Si è svolta questa mattina all’Aurum di Pescara la presentazione di un videoclip davvero particolare: La pioggia nel pineto di Gabriele D’Annunzio in versione musicale.

L’evento è stato organizzato con il patrocinio dall’assessorato alla cultura del Comune di Pescara, nella figura della dr.ssa Maria Rita Carota: “un’iniziativa di pregio – ha esordito – per cui ringrazio gli autori, a nome della nostra città; celebrare la poesia di D’Annunzio è un modo per far tornare alla vita la nostra amata pineta, dove sono state girate le riprese del video che oggi viene mostrato al pubblico per la prima volta”.

Il deus ex machina del progetto, Pino Piazzolla, ha raccontato la lunga genesi di questo progetto, che ha le sue radici nei lontani anni ’70, quando da studente del Liceo Classico di Vasto, amava leggere poesie con i suoi compagni, lontano dalle lezioni. All’epoca il Vate non si studiava ancora, perché in fondo era scomparso da meno di quarant’anni e quindi i programmi non arrivavano fino a quell’epoca, così erano proprio i suoi versi, quelli più gettonati e ricercati. La pioggia nel pineto, di cui quest’anno ricorre il 120° anno dalla sua composizione, avvenuta durante l’estate trascorsa in Versilia, appunto nel 1902, in fondo fu scritta da D’Annunzio proprio con l’intento di creare una suggestione musicale. L’anno scorso, durante una passeggiata in via delle Caserme, la vista della poesia, trascritta sulla saracinesca di un noto locale della Pescara vecchia, fa scoccare quella scintilla per troppi decenni rimasta sepolta e, riunito il suo gruppo musicale, la Banda Piazzolla, coinvolgendo il cantante pescarese Flivio D’Andrea, crea la melodia, dedicandola a tutti gli studenti che devono affrontare gli esami di maturità.

Il video - ha proseguito poi proprio Flivio D’Andrea - creato solo per le scuole, inaspettatamente ha avuto un grande successo, tanto da contare in pochi giorni ben trentaduemila visualizzazioni. Da qui l’idea successiva di produrne un altro più professionale, coinvolgendo la città natale di D’Annunzio e avendo come sfondo la “sua” pineta, in modo da poter contribuire al suo rilancio, dopo l’incendio che la devastò un anno fa

Da rilevare che fra le numerose sale presenti all’Aurum, per questo evento è stata scelta proprio la “Tosti”. Francesco Paolo (Tosti) fu un grandissimo compositore, amico del Vate, per un simbolico e virtuale cerchio che va a chiudere e sigillare il binomio poesia-musica.

Di seguito un breve video con l’inizio della “prima” assoluta: 

Condividi su:

Seguici su Facebook