Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Corso Vittorio Emanuele: parroco in bici finisce contro un suv

L'uomo, 65 anni, è stato ricoverato in ospedale

Redazione
Condividi su:

“Saranno i rilievi condotti dal Nucleo Infortunistica della Polizia municipale di Pescara a dover chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto stamane in corso Vittorio Emanuele a Pescara e che ha visto vittima un parroco in bici, finito contro un Suv. Il sacerdote, 65 anni, è ora ricoverato nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale civile di Pescara con una prognosi iniziale di 20 giorni”.

Lo ha detto il Presidente della Commissione Sicurezza del Territorio Armando Foschi in riferimento a quanto si è verificato nella mattinata odierna.

“Secondo la ricostruzione dei fatti – ha spiegato il Presidente Foschi – l’incidente è avvenuto intorno alle 9: un Suv, condotta da C.R., originario di Milano, ma residente a Pescara, 50 anni, che transitava nel centralissimo corso Vittorio Emanuele, in direzione nord-sud, è finito contro la bici a bordo della quale viaggiava un parroco, originario di Cellino Attanasio, ma residente a Pescara, D.A., 65 anni”.

Il sacerdote è caduto a terra battendo con violenza la testa: i soccorsi sono stati immediati, e il parroco è stato trasportato in ospedale dov’è stato ricoverato nel reparto di Neurochirurgia con una prognosi di 20 giorni. Sul posto sono stati effettuati i rilievi, affidati agli agenti della Polizia municipale Gianluca Tricca e Giovanni Masucci, che dovranno chiarire, anche sulla base delle testimonianze, le cause dell’incidente.

Condividi su:

Seguici su Facebook