Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

I dati del SUAP pescarese: quasi 1.200 pratiche in un anno

Condividi su:

Bilancio molto positivo, quello del SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttivo) del comprensorio pescarese, nato nel 2001 e che nel 2012 ha istruito 1.191 pratiche. Il SUAP è l'unico punto di accesso in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti l’attività produttiva delle aziende e fornisce una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni comunque coinvolte. L’incremento delle pratiche trattate dal SUAP è derivato dalla modifica della normativa introdotta nel 2010 che ha ampliato sensibilmente le competenze di questi sportelli. A questi dati va aggiunta la certezza nei tempi di risposta e l’utilizzo della procedura on line.

«Queste cifre – spiega Giorgio D’Ambrosio, sindaco di Pianella, comune capofila del progetto – testimoniano come l’efficienza della gestione degli sportelli pubblici porti a benefici a cascata per le imprese presenti sul territorio. Con il SUAP viene offerto un servizio di alto livello che semplifica le procedure amministrative e snellisce i rapporti tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini. A questo si aggiunge l'assenza di contenziosi che testimonia la qualità offerta dallo Sportello».

La costituzione del SUAP da parte dei comuni associati mira alla progressiva sostituzione della tradizionale procedura cartacea, alla certezza dei tempi di risposta sui tempi di conclusione dei procedimenti oltre che alla creazione di un collegamento solido e robusto fra la nascita dell’impresa e le fasi successive. Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) costituisce l'unico soggetto pubblico di riferimento per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività.

«Abbiamo creato una sinergia tra tante amministrazioni – spiega ancora Giorgio D’Ambrosio – per migliorare il servizio offerto alla collettività da un lato e dall’altro procedere all’abbassamento dei costi grazie a una maggiore efficienza degli sportelli. Adesso puntiamo a una ulteriore semplificazione con l'informatizzazione più spinta attraverso un progetto finanziato in parte dalla regione Abruzzo».

I Comuni partecipanti al progetto Abbateggio, Alanno, Bolognano, Brittoli, Cappelle sul Tavo, Caramanico Terme, Carpineto della Nora, Catignano, Castiglione a Casauria, Civitaquana, Civitella Casanova, Collecorvino, Corvara, Cugnoli, Elice, Farindola, Lettomanoppello, Loreto Aprutino, Manoppello, Montebello di Bertona, Moscufo, Nocciano, Penne, Pescosansonesco, Pianella, Picciano, Pietranico, Popoli, Roccamorice, Rosciano, Salle, Sant'Eufemia a Maiella, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Scafa, Serramonacesca, Spoltore, Tocco da Casauria, Torre de' Passeri, Turrivalignani, Vicoli e Villa Celiera.

Condividi su:

Seguici su Facebook