Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Prevenzione del cancro, domani per gli studenti pescaresi si conclude il progetto Ciak

Tre premi ai pescaresi In provincia la proiezione degli spot vincitori

Condividi su:

Gli studenti protagonisti del Progetto “Ciak, Azione:Prevenzione!” parteciperanno domani. martedì 27 novembre, all’appuntamento finale dell’iniziativa che si terrà alle ore 10.30 nella Sala “Figlia di Jorio” della Provincia di Pescara, in piazza Italia (primo piano).

Il progetto è stato finanziato nell’ambito del programma “Azione Province giovani” del dipartimento della Gioventù e dell’Unione delle Province italiane e ha visto la partecipazione, per la zona pescarese, di 250 studenti del Liceo classico “D’Annunzio”, dell’istituto “Marconi”, del Liceo “Spaventa” di Città Sant’Angelo e dell’Istituto alberghiero “De Cecco”.

I giovani si sono cimentati nella realizzazione di spot da 30 secondi su prevenzione e corretti stili di vita da tenere per combattere il cancro. I pescaresi hanno ottenuto tre riconoscimenti per il migliore spot in concorso, per il migliore spot della categoria “lotta al fumo” e per il migliore spot della categoria “lotta all’alcol”. L’evento conclusivo, a livello nazionale, si è svolto a Bari.

Domani, in occasione della manifestazione che farà calare il sipario su questa esperienza, sarà proiettato un video che contiene gli spot vincitori e i filmati dei back stage da cui si evince la metodologia di lavoro utilizzata per portare avanti il progetto. In sala ci saranno gli autori degli spot e del video finale, i rappresentanti istituzionali della Provincia, e cioè il presidente Guerino Testa e gli assessori Valter Cozzi e Fabrizio Rapposelli, i rappresentanti della LILT Sezione di Pescara, le scuole che hanno aderito al progetto - attraverso i dirigenti scolastici, i docenti referenti del progetto e una rappresentanza di studenti. La Provincia donerà a tutte le scuole secondarie superiori, non solo a quelle che hanno aderito ma anche alle altre, una copia del reportage che riassume questa esperienza.

Condividi su:

Seguici su Facebook