Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Parcheggi a pagamento, la Uil Fpl a Masci: "Scelta scellerata che colpisce lavoratori e cittadini"

la redazione
Condividi su:

La Uil Fpl condanna con fermezza la decisione della Giunta Masci di istituire nuovi parcheggi a pagamento. In particolare, sono due le zone nel mirino del sindacato: il piazzale di via Ostuni, di fronte all’ingresso posteriore del Palazzo di Governo, sede della Provincia di Pescara, dell’I.T.S. Moda e della Prefettura, e l’area che circonda l’ospedale di Pescara.

“Nel primo caso – commentano i segretari Francesco Marcucci e Giuseppe Trusso – si va a colpire sia il personale dipendente che utilizza quotidianamente detta area per posteggiare le auto e recarsi al lavoro, sia l’utenza che utilizza i medesimi parcheggi per usufruire dei relativi servizi. Per quanto riguarda l’ospedale, invece, ad essere colpiti sono sia gli operatori sanitari che quotidianamente utilizzano parte di quei parcheggi per recarsi al lavoro, sia l’utenza che utilizza quegli stessi parcheggi per le proprie cure o quelle dei propri cari. Riteniamo che l’amministrazione comunale debba trovare altre vie per far quadrare il proprio bilancio, incentrando la propria attenzione nell’evitare sprechi e sperpero di denaro pubblico, anziché istituire una nuova, ingiustificata tassa che graverà sulle categorie citate. È superfluo ricordare che l’attuale periodo storico, caratterizzato da una pandemia mondiale e da una guerra che hanno prodotto una recessione che grava significativamente sui bilanci delle famiglie, dovrebbe indurre la giunta Masci a non infierire con ulteriori e considerevoli costi”.

Uil Fpl quindi chiede al sindaco di Pescara di “tornare sui suoi passi e revocare la decisione di istituire l’ennesima odiosa tassa della quale non si sentiva proprio il bisogno”.

Condividi su:

Seguici su Facebook