Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Lilt Pescara premiata al "Gran Galà della Solidarietà"

La cerimonia si è svolta nella Sala Consiliare del Comune di Pescara

la redazione
Condividi su:

“A due anni dall’esplosione del Covid-19 abbiamo due emergenze da affrontare: la prima è quella del virus che continua a circolare, e l’auspicio è che presto arrivi una mutazione bonaria capace di ‘spegnere’ la forza del virus stesso; la seconda è la pandemia nella pandemia perché possiamo affermare con certezza che i morti di tumore stanno aumentando in quanto, proprio a causa del Covid, si sono ridotte le attività di prevenzione, abbiamo diagnosi tardive e si sono ridotte le possibilità di guarigione dalla malattia oncologica. L’unica via per contenere un vaso che rischia di traboccare da un momento all’altro è potenziare la macchina della prevenzione”.

Lo ha detto il Presidente della Lilt – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – Sezione di Pescara, il professor Marco Lombardo, Presidente della Lilt Abruzzo, nel corso della premiazione dell’Associazione in occasione della ventesima edizione del ‘Gran Galà della Solidarietà’, organizzato da Paolo Minnucci e svoltosi nella Sala Consiliare del Comune di Pescara, con il sindaco Carlo Masci, il Vicepresidente del Consiglio comunale Berardino Fiorilli e l’assessore alle Politiche Sociali Nicla Di Nisio. Con il Presidente Lombardo anche il primario del Reparto di Oncologia Dimitri Luisi, e i volontari della Lilt.

“Il premio ricevuto, che condivido con tutti i malati oncologici – ha detto il Presidente Lombardo –, è un riconoscimento che va a tutti i nostri volontari, medici e persone comuni, che pur nella pandemia, non hanno interrotto per un solo giorno le attività di supporto alla popolazione. Non abbiamo mai fermato le attività di prevenzione, ci siamo muniti di sanificatori e abbiamo continuato a fare le nostre campagne, abbiamo lavorato nelle scuole, portando avanti due progetti nazionali, ’50 Sfumature di Prevenzione’ e ‘Guadagnare Salute con la Lilt’, abbiamo pubblicato due e.book con il Rotary Pescara Ovest ‘Gabriele d’Annunzio’, e con gli studenti delle scuole medie e superiori e abbiamo attivato un rapporto di collaborazione con l’Ospedale civile di Pescara e con il reparto di Oncologia, guidato dal primario Dimitri Luisi e soprattutto abbiamo aperto e continuato l’attività in ospedale con lo Sportello Lilt dove i nostri volontari, gli ‘angeli del quinto piano’, forniscono supporto e informazioni ai pazienti”.

“Quello che abbiamo attraversato è stato un anno difficilissimo – ha affermato il dottor Luisi – e oggi ne paghiamo le conseguenze, tanti pazienti ci arrivano già in uno stato avanzato della malattia, pazienti che comunque cerchiamo di aiutare in ogni modo, anche grazie all’oncologia che ha fatto passi da gigante con i farmaci immunoterapici e le terapie mirate, ma è fondamentale la prevenzione perché fare una diagnosi precoce significa guarire e il mio desiderio sarebbe avere un reparto con meno malati”.

Condividi su:

Seguici su Facebook