Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'Istituto Alberghiero festeggia 29 maturandi con il massimo dei voti

La dirigente Di Pietro: "Un numero elevatissimo che testimonia la preparazione dei nostri ragazzi"

la redazione
Condividi su:

“Sono 29 gli studenti dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, su circa 200 maturandi, che hanno conseguito il massimo voto alla maturità e rappresentano i ‘magnifici’ 100, di cui 7 con lode, della nostra scuola a chiusura degli Esami di Stato. Un numero elevatissimo che testimonia la preparazione dei nostri ragazzi, che trova la sua ragione nella caratterizzazione del nostro Istituto, capace di offrire una formazione sia di eccellenza e qualità, sia motivante, ma soprattutto una scuola che, nonostante il Covid-19, è riuscita a fornire continui stimoli ai nostri ragazzi che, seppur in didattica a distanza, hanno continuato la propria preparazione laboratoriale e didattica. Una ragione di orgoglio per tutti i nostri docenti, per la dirigenza scolastica e per gli stessi ragazzi che, grazie a un voto di diploma così elevato, potranno accedere a qualunque ateneo, e infatti, tra i maturi eccellenti, alcuni si stanno già preparando per i test d’ingresso a facoltà universitarie a numero chiuso, altri sono stati già ammessi all’Alma e ad altre Accademie di alta specializzazione in gastronomia”.

Lo ha detto la dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ Alessandra Di Pietro, ufficializzando l’esito degli Esami di Stato.

“Chiudiamo l’anno scolastico 2020/2021 in maniera straordinaria – ha commentato la dirigente Di Pietro – con 29 studenti che hanno meritato il massimo voto per la maturità, 100. È un risultato di assoluto rilievo, è la fotografia della formazione offerta nella nostra scuola. Una formazione d’eccellenza perché siamo riusciti a costruire per i nostri ragazzi un percorso formativo molteplice, ricco e stimolante con i corsi di Pasticceria, i corsi di approfondimento come i primi livelli di Sommelier e Assaggiatori d’olio, i tanti seminari tematici, che sono proseguiti, senza alcuna interruzione, anche attraverso la formula della DAD­-Didattica a distanza imposta dalla pandemia, riuscendo anche a svolgere, addirittura, il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro (PCTO digitali) da remoto con una proposta completamente rivoluzionata, ma comunque formativa. Pensiamo che tra i magnifici 100, ben 12 studenti hanno frequentato le tre edizioni del Progetto PON sul giornalismo ‘Anno Zero’. Una tale ricca progettualità rende l’Istituto Alberghiero ‘De Cecco’ di Pescara una scuola ‘motivante’, non solo per quantità di indirizzi professionali, ma anche sotto il profilo culturale, anche grazie alle decine di Enti pubblici e Associazioni del territorio con i quali abbiamo portato avanti delle importanti partnership, come la Capitaneria di porto, la Protezione civile, le Università abruzzesi e molisane, il Conservatorio, la Rete Museale, Confindustria, la Federazione Nazionale Cuochi, la Confederazione Italiana Pasticceri, la Cna, Assoturismo, Coldiretti, Confcommercio, l’Associazione Maestri del Lavoro, il Premio Nazionale Borsellino, l’Accademia Italiana della Cucina, AssiPan, Aibes, Amira, Lady Chef, ABNI, l’ABI, la Camera di Commercio, la Caritas, il Fai, l’Associazione DiversUguali, Ancri, Aic, la Lilt, l’Admo, la Fidas, l’Eremo Dannunziano, la Fondazione PescaraAbruzzo, la Fondazione Paolo VI e la Fidapa, e poi aziende come la De Cecco, le imprese vitivinicole, la Scuola Internazionale di Cucina Alma, l’Equilibrium Bar Academy, i Club Service come i Rotary, i Lions e i Kiwanis. Tali rapporti hanno consentito ai nostri giovani di sviluppare interessi, di approfondire tematiche pensando al futuro, formando una generazione di studenti motivati allo studio e capaci di massimizzare i propri risultati e le proprie cognizioni.

L’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ – ha ancora aggiunto la dirigente Di Pietro – offre non solo una formazione professionalizzante, ma garantisce una formazione utile per proseguire gli studi nello step post-diploma. Chiusa la sessione degli Esami di Stato, oggi festeggiamo i nostri ragazzi che con il proprio impegno e i risultati raggiunti sono i migliori testimonial dell’intenso lavoro condotto all’interno del nostro Istituto. Una menzione particolare la voglio poi riservare allo studente Luca Rabottini, indirizzo Accoglienza Sezione A, uno dei nostri ragazzi speciali, straordinari, che ha conquistato la votazione di 99 su 100, con gli applausi della commissione”.

I 29 studenti che hanno ottenuto la massima votazione agli Esami di Stato, ovvero 100, sono i seguenti: indirizzo Accoglienza, sezione A Virginia Buzzelli, Luca D’Antonio, Luca Di Giovanni, Simone Forcella, Aneta Hradiska, Mariangela Liberatore, Elena Righetti e Luigi Romagnoni; Indirizzo Enogastronomia sezione A Melania Pizzica; sezione B Federica Di Pietro; sezione C Giampaolo Di Carlantonio, Francesco Lizzul, Paolo Mennella, Emanuele Pagliccia; sezione D Li Jia Ji, Federica Piri, William Santini; sezione E Caterina Grossi, Ludovica Marusco e Jasmine Tenaglia; sezione F Sofia Ballarini, Francesca De Felice, Giulia Di Nardo, Benedetta Longoverde e Giulia Savini; Indirizzo Sala sezione A Marco Ruggieri; sezione B Marzia Caralla, Amerigo Di Blasio e Beatrice Rinonapoli. Hanno poi avuto la votazione di 98/100 i seguenti studenti: indirizzo Enogastronomia sezione A Diego Palusci e Rosa Vecere; sezione C Gaia D’Alessandro; Sezione E Anna Simone; indirizzo Sala sezione B Sara Terreri; sezione C Giulia Benedetti.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook