Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Consiglio comunale straordinario sull'Alberghiero. Il sindaco: "I ragazzi hanno diritto ad essere ascoltati"

La redazione
Condividi su:

In seguito alla manifestazione degli studenti dell'Ipssar De Cecco poi ha convocato gli assessori e i consiglieri competenti in Sala Giunta per incontrare una delegazione di rappresentanti degli studenti, degli insegnanti e dei genitori e stabilire una strategia operativa. In riunione c'erano l'assessore all'Istruzione Giovanni Di Iacovo, l'assessore Adelchi Sulpizio, i consiglieri comunali Riccardo Padovano ed Emilio Longhi, era presente anche il presidente della Confcommercio Ezio Ardizzi che ha partecipato anche alla manifestazione. A loro si sono aggiunti in seguito anche il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli e la consigliera provinciale Leila Kechoud con delega all'Istruzione.

"L'idea è quella di mantenere la scuola in città, trovando però una soluzione con Provincia e Regione che consenta all'Alberghiero di continuare ad essere uno dei poli formativi più frequentati della regione – così il sindaco Marco Alessandrini - Ho ascoltato le ragioni dei ragazzi, credo che abbiano diritto a dire la loro anche di fronte alle istituzioni che decideranno il da farsi. Questa opportunità gliela offriremo convocando un Consiglio Comunale straordinario che si svolgerà lunedì 19 ottobre alle 9 e in cui avranno voce tutti i soggetti in grado di trovare una soluzione e un'alternativa. Nel frattempo insieme all'assessore Giovanni Di Iacovo e ai consiglieri che hanno preso in carico le considerazioni che hanno animato la protesta di stamane, attiveremo gli uffici per valutare possibili piani alternativi che consentano alla scuola anche di recuperare la didattica ad oggi in parte bloccata per via dell'impossibilità di utilizzare i laboratori. Con il Consiglio intendiamo offrire a tutti un momento di riflessione su trasferimento e altre opportunità, condividendo la necessità di tutelare la storia, l'identità e le iscrizioni di un polo formativo come l'Ipssar De Cecco, che è fra i pochi che riesce ad offrire ai ragazzi concreti sbocchi professionali per il futuro e che con la sua presenza arricchisce la città e il territorio, in un momento in cui il comparto agroalimentare è l'unico ad avere un percorso meno accidentato degli altri comparti della nostra economia".

Condividi su:

Seguici su Facebook