Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Cuochi e Agricoltori firmato l’accordo

Accordo URCA CIA, presso l’IPSESEOA De Cecco, insieme per l’alimentazione consapevole

| di Maria Luisa Abate
| Categoria: Associazioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

4 ottobre 2021 ore 11, Conferenza stampa per la presentazione di un Accordo URCA CIA sulla produzione degli alimenti e la loro trasformazione e somministrazione, presso l’Officina del Gusto dell’Istituto Alberghiero di Pescara. presso l’IPSSEOA “F. De Cecco” di Pescara,

Questo incontro conclude una serie di accordi che nel tempo la URCA (Unione Italiana Cuochi Regione Abruzzo), ha già concluso con l’Istituto Alberghiero di Pescara e gli Albergatori e che, oggi, con l’adesione della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) chiude il cerchio per la gestione e cultura degli alimenti prodotti dalla terra e elaborati e serviti come pietanze.

Lorenzo Pace, Presidente dell’URCA, dopo aver salutato i presenti ha detto:

“Con il Protocollo URCA e CIA cogliamo l’occasione dopo che a giugno abbiamo siglato l’intesa con l’Istituto Alberghiero che ci ospita. L’obiettivo è fare sistema dando ad ognuno la responsabilità per il proprio settore La Regione Abruzzo dovrà essere coinvolta per l’aspetto formativo economico, l’assessore dovrebbe dare una spinta maggiore e sensibilizzare i ristoratori che sono alla fine della catena il vero soggetto economico. Questa collaborazione è necessaria per dare un contributo all’economia del territorio inteso come il consumo di prodotti locali. I produttori hanno bisogno di coltivare prodotti specifici proprio per la ristorazione al fine di fare un salto di qualità e in tutto questo importante è la formazione scolastica professionale. La scuola alberghiera forma persone che contribuiscono a far conoscere la qualità e la conoscenza specifica del prodotto. La scuola potrebbe, nelle esercitazioni pratiche, studiare più approfonditamente i prodotti abruzzesi anche attraverso le competenze della CIA. Oltre la formazione per il lavoro ci proponiamo di concludere un accordo anche con la Regione Abruzzo per completare la formazione e l’informazione circa i prodotti del territorio”.

Mauro Di Zio, Presidente CIA Abruzzo, dopo i ringraziamenti ai presenti ed in particolare alla dirigente Di Pietro per essere a capo di un Istituto importante e fondamentale per la conoscenza e la cultura dei giovani futuri imprenditori dell’accoglienza, ha dichiarato:

“Con entusiasmo ho colto questo invito come un’occasione importante. L’Abruzzo è una Regione con valenze ambientali che presentano una grande biodiversità oltre a molte valenze storico culturali ed artistiche. Purtroppo la Regione Abruzzo è poco conosciuta sia a livello nazionale sia a livello internazionale e quindi è molto importante trovare un punto d’incontro con i cuochi per confrontarsi sui prodotti per valorizzare il territorio ricco di biodiversità vegetali e animali. I prodotti locali sono poco conosciuti ed il ruolo degli agricoltori è importante per rispondere alle esigenze ambientali ed economiche del territorio. La CIA si mette a disposizione con la rete delle botteghe e mercati con la voglia di far conoscere ed informare con le comunicazioni e anche con la rete degli Agri-chef. La conoscenza dei prodotti tipici ci appassiona e vogliamo creare incontri anche sulla selvaggina quale elemento culturale della gastronomia. La CIA è grata per questo accordo e si mette a disposizione dei cuochi anche con il valido supporto dell’Istituto Alberghiero di Pescara”

La Dirigente Alessandra Di Pietro ha concluso le comunicazioni manifestando soddisfazione per aver ospitato le associazioni convenute per firmare un importante accordo.

“Mi rendo conto, -ha detto Alessandra Di Pietro-, che dobbiamo realizzare altri protocolli perché bisogna allargare le sinergie tra la formazione e la produzione. Per la scuola è importante fare della qualità fondamentale punto di forza della formazione. La collaborazione con i professionisti dell’URCA diventa indispensabile per completare la “costruzione professionale” dei nostri studenti, attraverso momenti di formazione ed informazione gli alunni hanno la possibilità di conoscere direttamente i professionisti del settore e mantenere vivo e radicato il rapporto con il mondo del lavoro. Con l’URC e la CIA potremo partecipare al Festival nazionale degli Agri chef CIA dedicata alla riscoperta della cultura contadina”.

L’accordo siglato oggi ribadisce sempre più il concetto importante per la valorizzazione del cibo che è la conoscenza che parte proprio dalla produzione e dalla tradizione culturale della utilizzazione dei prodotti. Conoscenza che oggi si è persa molto come l’utilizzazione di prodotti naturali e piatti tradizionali a favore di mode che hanno preso sempre più piede tra i giovani in particolare rompendo di fatto la tradizione tramandata dei prodotti e delle ricette locali.

Fare sinergia, come l’accordo oggi siglato, ha proprio come risultato finale promuovere la cultura della tavola dal produttore al consumatore con l’obiettivo di un’alimentazione sana nella cultura della tradizione.

Alla fine delle comunicazioni le associazioni hanno firmato l’accordo per un futuro di conoscenze e cultura del cibo importante anche per la trasmissione ai giovani e agli ospiti delle tradizioni del territorio abruzzese

Maria Luisa Abate

Contatti

redazione@ww.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK